"Il lago dei cigni ovvero il canto" Balletto di Roma coreografie di Fabrizio Monteverde Persi tra i ruoli di una lunga carriera, i danzatori stanchi di un’immaginaria compagnia decaduta si aggrapperanno ad un ultimo Lago, tra il ricordo sofferto di un’arte che travolge la vita e il tentativo estremo di rimandarne il finale. Individualità imprigionate in una coazione a ripetere, sabotatori della propria salvifica presa di coscienza oltre i ruoli di una vita svanita, gli interpreti ripercorreranno la trama di un Lago senza fine, reiterandovi gesti e legami nella speranza straziante di sopravvivere al finale di una replica interminabile. Condannata ad una perenne metamorfosi, donna a metà tra il bene e il male, Odette/Odile sarà cigno e principessa, buona e crudele, amante fedele e rivale beffarda. Metafora di un’arte che non conosce traguardo, cercherà se stessa in un viaggio tormentato d’amore, tradimento, prigionia e liberazione. In un teatro in cui tutto ha inizio e nulla ha mai fine, andrà incontro agli stracci consumati di una vita d’artista con lo spirito bianco di una Venere per sempre giovane.


_MG_5996
_MG_5610
_MG_5626
_MG_5632
_MG_5654
_MG_5664
_MG_5672
_MG_5677
_MG_5679
_MG_5689
_MG_5694
_MG_5717
_MG_5734
_MG_5751
_MG_5753
_MG_5761
_MG_5774
_MG_5793
_MG_5804
_MG_5810
_MG_5828
_MG_5829
_MG_5838
_MG_5850
_MG_5854
_MG_5861
_MG_5870
_MG_5885
_MG_5889
_MG_5910
_MG_5919
_MG_5921
_MG_5922
_MG_5930
_MG_5931
_MG_5933
_MG_5937
_MG_5952
_MG_5967
_MG_5975
_MG_5979
_MG_5981
_MG_5985
_MG_5993
_MG_6004
_MG_6007
_MG_6010
_MG_6029
_MG_6036
_MG_6041
_MG_6072
_MG_6092
_MG_6098
_MG_6101
_MG_6109
_MG_6146
_MG_6164
_MG_6180
_MG_6206
_MG_6230
_MG_6231
_MG_6234
_MG_6262
_MG_6279
_MG_6292
_MG_6298
_MG_6302
_MG_6309
_MG_6314
_MG_6320
_MG_6334
© PAOLO LAUDICINA 2018 TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI   clicca quI